domenica 24 giugno 2012

Canti religiosi





IL BHAJAN, IL CANTO RELIGIOSO

L'Arte, la storia e la cultura - Musica Il Bhajan è un tipo di canto religioso induista diffuso principalmente del nord dell'Inde. Viene normalmente cantato nei templi come preghiera e in lode alle divinità. Nei Bhajan i testi hanno un'importanza fondamentale e sono collegati a melodie semplici, che in genere seguono due o tre raga senza essere troppo legate alle loro regole. Il termine bhajan deriva da bhaj, che in sanscrito significa servire. L'obiettivo fondamentaledi questo tipo di canto è quello di esprimere in musica sentimenti religiosi di devozione nei confronti della divinità. I Bhajan all'interno di templi e ashram vengono abitualmente eseguiti in gruppo, nella forma Dhun. Una voce solista canta la prima strofa, seguita poi dal coro, una struttura molto adatta all'utilizzo rituale delle composizioni. Un tempo eseguiti esclusivamente in questo ambito o nelle cerimonie religiose domestiche, i Bhajan hanno trovato posto anche nei repertori da concerto per solisti intorno all'inizio del Novecento.
In genere i brani si basano sul Stianta Rasa. Temi prediletti nei Bhajan sono alcuni racconti ed episodi tratti dal Ramayana e dal Mahabharata ma anche dalle biografie di Rama, Krishna e Shiva.
Normalmente i Bhajan vengono accompagnati dai seguenti strumenti: jhanj emanjira -cimbali - daphli - un piccolo tamburo - dholak -tamburo a due facce - e chimta - una sorta di lungo sonaglio a tenaglia con più dischi d'ottone.
La parte musicale di un Bhajan è strutturata in tre parti: tek, pad e mudra. Iltek accompagna i primi due versi e viene poi ripetuto dopo ogni strofa, come il ritornello in una canzone. I pada sono delle brevi strofe dove viene esposto il contenuto della composizione in forma poetica e ricercata. Il Mudra, l'ultima parte del Bhajan, contiene il nome del compositore. Nel Bhajan si usano spesso abbellimenti musicali con una graduale accelerazione nel tempo durante l'esecuzione. Alcuni dei raga più comunemente usati nei Bhajan sonoDesh, Sarang, Bhairav, Kalingda, Kafi, Khamaj e Pilu. I tala - sequenze ritmiche - più utilizzati sono kaharwa, dadra e rupak e comunque in generale ci si limita aitala più semplici, a 8 o 16 battute.
Spesso le composizioni dei santi-poeti del movimento bhakti, come Soordas.MiraBai, Tulsidas. Kabir, Narsình Menta e Nanak vengo no cantate comeBhajan e svariati sono gl stili con cui possono essere eseguiti.