martedì 17 luglio 2012

L'incontro tra due generi musicali







John lord, parte come musicista in stile classico influenzato da musicisti come  Beethoven e bach,creando uno stile unico. E come se la poesia incontrasse una musica dallo stile ribelle. E curioso l'utilizzo dell'amplificatore Marshall da parte di Jon Lord, che amplificava il proprio organo Hammond attraverso l'amplificatore per "chitarra" Marshall, rendendo il sound dei Deep Purple unico al mondo. E come se la musica classica incontrasse il rock, creando un' esplosione di accordi ,per creare un suono unico nella sua autenticità.La musica rompe i suoi schemi con jon lord, uscendo dalla sua condotta, creando un armonia di jazz ,rock,e musica classica, lui da una voce alla musica, una voce del tutto unica nel proprio genere ,dal quale non si può concepire un idea ben precisa, come si potrebbe con altri generi musicali. La sua musica sconfina nel più assoluto sconvolgimento ,come una tempesta di generi musicali, comunicando per chi l’ascolta, un assoluto piacere dei sensi ,la sua musica e come se rappresentasse, il modo di vivere in una Città,dove ci sono molte etnie, e lui le racchiude in un modo da farle combaciare e confrontare, in una maniera unica. In questo momento, è come se  risuonasse il suo organo ruggente, come la scia di una cometa. John ha passato la sua intera esistenza a superare dei limiti che si credevano insormontabili, non si è spento un semplice tastierista, ma bensì un beethoven dei nostri giorni. avendo dentro di sè un impronta classica, lui ha creato uno stile, che racchiude diversi generi, formando qualcosa di indescrivibile. Un genere nuovo, che ha coinvolto milioni di persone, la musica viveva in lui in una maniera mistica e travolgente.