domenica 1 luglio 2012

IL Ballo di San Vito



                                                                                       Il Ballo di San Vito




In un clima di festa paesana,tra fuochi e tradizioni culinarie,fra balli e canti,una continua agitazione perversa come una vibrazione, che si trasmette in tutto il corpo ,e non consente a chi ascolta di rimanere fermo. Un connubio di musica ,modulazione della voce e testi che sfociano in uno sfoggio di caratteristiche popolari, che mostrano un Capossela indiavolato. Spezzante nei toni,questa canzone mostra tutte le caratteristiche di un canto di protesta, verso una terra di confine cioè il sud D’Italia ,”terra  dove finisce la terra”. Bruciata e devastata dove il ballo e il canto fanno da cornice allegra in un contesto malinconico.