giovedì 2 agosto 2012

La stella guarda il mondo


Il discorere silenziozo dei miei passi, il rintocco di un orologio antico.Il tempo che fugge via, e che non riesci mai a raggiungerlo, poiché è troppo immenso, non finisce mai, e tu sei cosi piccolo di fronte a lui, che ti incute terrore. Pensi di non farcela, però continui a combattere, ti sembra una battaglia persa, ma non c' è  la fai a mollare, quando all’improvviso dentro di te si illumina la consapevolezza, che il tempo è solo invidioso di te. Perché i tuoi momenti sono preziosi come l’oro, perchè non sai mai se baciando una ragazza, sarà l’ultima o la prima di una lunga serie.Ogni momento per te è unico. Una vita spesa a cercare qualcosa che è vicina, ma sembra lontana, in un mondo colorato dove il blu ed il rosso si incontrano per sfociare nell’ assoluto oblio.Quello che non si conosce fa paura ,in certe persone il giorno e la notte si incontrano nel pensiero. Nella mente piu complessa si nasconde un pensatore libero, tanto grande è il suo intelletto quanto la sua sofferenza, esso non si limita a traguardi prefissati, va sempre più  avanti, è come una continua ricerca,non si ferma mai ,non è mai contento di quello che fa, anche se agli altri, le sue azioni sembrano divine, riesce sempre a trovare  dei difetti,e perpetua la sua ricerca. E' come una malattia che  costringe la tua mente a non stare mai ferma, ma la fa arrivare, fino a dove gli altri non sono arrivati. E' come una droga, che invade il tuo cervello,i pensieri rincorrono altri pensieri, e tu cerchi una risposta che non trovi , tante strade si aprono davanti a te. Qual' è il critero di scegliere senza sbagliare? O è lo sbaglio che ti mostra la retta via. E' come se questa assurda società,ci costringa a sognare un mondo che in realtà non esiste, è come vedere la pubblicità del mulino bianco. Tutta un'illusione sfumata , che ci fa sognare in un giardino incantato. Quando un bel giorno ti svegli, e guardandoti intorno non vedi altro che un assurdo modo di vivvere, dove il denaro fa si che persone muoino invane ,un cattiva combinazione tra follia e ambizione. La vita è vista come un inutile commedia, dove c’è sempre chi vorrà prevaricare. La stella guarda il mondo, ma noi non la vediamo, perchè accecati dalle nostre luci, che illuminano il mondo, per oscurare le stelle.Un mondo che trova nella musica la sua voce verace ,che esplode in accordi e pensieri,la musica è vista da me come assoluta voglia di esistere, Per  trovare una spiegazione, a tutto ciò che siamo ,senza piu limiti, parlare, emergere, essere una voce che dica la verita sui soprusi.De Andrè denuciava  apertamente il suo pensiero  del mondo.  Idee vicine alla sofferenza, che hanno trovato in lui ed in altri "canta-poeti" simili, la loro massima espressione