domenica 8 luglio 2012

L'atto di svanire

Gli Evanescence sono un gruppo musicale metal statunitense, formatosi a Little Rock nel 1995. La band prende il nome dalla parola "evanescenza", ossia lo stato o l'atto di svanire.
La loro musica è caratterizzata da una fusione di elementi alternative metal, gothic metal (soprattutto agli esordi) e nu metal con influenze symphonic.
La band fu fondata dalla vocalist Amy Lee e dal chitarrista Ben Moody. Solo nel 1999 si unì alla formazione il tastierista David Hodges, che tuttavia viene compreso tra i fondatori degli Evanescence.
Secondo alcune fonti, i primi due si sarebbero incontrati in un campo giovani in Arkansas, dove Moody ascoltò la Lee suonare al piano e cantare I'd Do Anything For Love (But I Won't Do That) di Meat Loaf, anche se Amy Lee ha smentito questa voce in un'intervista rilasciata a Rolling Stone: « Basta con quella diceria, non ho mai suonato pezzi di Meat Loaf e non credo lo farò mai. Non sarei qui se le canzoni non sapessi scriverle da sola »[2]. Avendo poi scoperto di condividere una passione per Jimi Hendrix e Björk, Lee e Moody iniziarono a scrivere canzoni insieme.
Per diverso tempo non trovarono altri musicisti con cui suonare e, non avendo i fondi necessari per pagare un'assistenza professionale, non poterono esibirsi dal vivo. Ma ben presto una delle loro canzoni, Understanding (dal loro Evanescence EP), incominciò ad essere trasmessa alla radio e trovò posto nelle classifiche locali, facendo lievitare le richieste di esibizioni dal vivo. Quando finalmente la band riuscì ad esibirsi, diventò una delle più popolari della zona.
I primi rilasci della band furono due EP: Evanescence nel 1998 e Sound Asleep nel 1999 (quest'ultimo è conosciuto anche con il nome di Whisper), entrambi diffusi con l'aiuto dei discografici della BigWig Enterprises. Nel 2000 invece, la band pubblicò il suo primo album in studio, Origin, promosso sempre dalla BigWig Enterprise in un'edizione limitata di 2500 copie. È comunque Fallen il primo album degli Evanescence, in quanto i lavori appena menzionati hanno avuto un rilascio limitato (non a caso sono attualmente molto ricercati dai collezionisti).
Amy Lee stessa non li considera dei veri album, quanto invece dei semplici demo (alcuni dei quali, afferma, non hanno nemmeno un'esecuzione perfetta) che furono inviate a case discografiche. In risposta, durante un'intervista, Lee e Moody hanno incoraggiato i fan a scaricare le canzoni più vecchie della band tramite Internet[3].
La stessa Lee ha espresso più volte il desiderio di pubblicare un cofanetto contenente i vecchi rilasci e « canzoni – dichiara – di cui nemmeno voi fan più accaniti siete a conoscenza »[4], ma non esistono conferme ufficiali.
Il dibattito sul loro genere
Parte dei fan e della critica sostiene che le canzoni della band possano essere inquadrate nel genere gothic rock, ed in parte è vero (specialmente se si fa riferimento alle primissime pubblicazioni): molte di queste canzoni si concentrano sui momenti negativi della vita e su temi oscuri, come l'amore perduto, la solitudine e la morte. Il pianoforte gioca un ruolo importante nella maggior parte dei loro pezzi.
Alcuni critici hanno accusato gli Evanescence di non essere dei musicisti gothic metal ma piuttosto una band che suona pop. Amy Lee comunque non dà molta importanza a quelle che ritiene etichette, e rifiuta di categorizzare e mettere dentro uno schema definito la musica della band, sostenendo che gli Evanescence abbiano un suono unico.
Da alcune riviste di settore sono a volte paragonati ad alcune band nu metal, ma tuttavia questa comparazione è piuttosto riduttiva, in quanto si basa solamente sui singoli Bring Me to Life e Going Under. Gli Evanescence sono stati paragonati anche a gruppi come i Lacuna Coil, i Nightwish e i Within Temptation, che hanno cantanti donne e sono anch'essi generalmente annoverati nel genere gothic, metal o rock che sia.
D'altra parte, c'è da riconoscere che gli Evanescence hanno sempre spaziato su vari generi come il rock, il gothic metal e il symphonic metal pur con una innegabile venatura pop alla base di alcune loro canzoni.

Gothic metal
Il gothic metal o goth metal è un genere di musica che combina l'aggressività dell'heavy metal con le sonorità oscure e malinconiche del gothic rock. Il genere è caratterizzato da eteree voci femminili soprano spesso alternate a voci maschili, generalmente più aggressive.[1] I testi sono generalmente poetici e malinconici,[1] spesso influenzati dalla letteratura gotica o da esperienze e storie personali.


Ci sono differenti correnti di pensiero riguardo l'origine del genere e le sue influenze. Secondo alcune enciclopedie musicali, nonostante le prime volte il termine "gothic" fu utilizzato per indicare canzoni di band caratterizzate da suoni in tonalità minore e vagamente medioevali, in realtà l'attuale gothic metal ha come fondamento non i riff di chitarra, ma principalmente l'abbondante uso di tastiere capace di creare atmosfere eteree, oltre alla base "spettrale" della musica. Caratteristica che fu influenzata inizialmente dalla scena death rock intorno Los Angeles.[2] Secondo altri critici musicali invece il genere è stato influenzato principalmente dal riffing della corrente doom-death metal e black metal con band come Paradise Lost e Tiamat. Un altro genere che in qualche modo ha influenzato un certo tipo di gothic metal è quello proposto dai Type O Negative che nel loro esordio discografico proposero mix tra il doom metal di scuola sabbathiana, thrash metal e punk rock vecchia scuola.
I norvegesi Theatre of Tragedy sono stati tra i primi a mantenere una voce femminile eterea in maniera costante contrapposta a quella maschile. Un contrasto sonoro successivamente divenuto uno degli elementi fondamentali del genere.[1] Verso la metà degli anni novanta, Moonspell, Theatres des Vampires, Rotting Christ e Cradle of Filth furono le prime band a donare una connotazione "gotica" al black metal. Verso la seconda metà del decennio, iniziò ad emergere una tendenza sinfonica del gothic metal da parte di band come Tristania e Within Temptation.[1]
Nel ventunesimo secolo, il gothic metal ha visto una sempre più crescente popolarità in Europa, in particolare in Finlandia, dove gruppi come Sentenced, Entwine, HIM, Lullacry ecc. hanno realizzato canzoni e album che hanno riscosso un notevole successo.
La musica
La musica di questo genere è generalmente caratterizzata dalla presenza di atmosfere oscure, anglofonicamente dette "dark".[9] L'aggettivo "dark", "oscuro", è il più comunemente utilizzato per descrivere la musica gotica in un contesto più generale anche se, in realtà, per fare riferimento ad una musica del genere si può ricorrere ad altri aggettivi quali "profonda", "deprimente", "romantica", "passionale" o "intensa".[10] Il gothic metal è stato spesso descritto come "un connubio tra l'oscurità e la malinconia del gothic rock e l'heavy metal".[11] All Music Guide definisce il genere come un'unione tra "le atmosfere dure e agghiaccianti del gothic rock e le chitarre potenti e aggressive dell'heavy metal"; ulteriori note confermano che "il vero goth metal ha sempre una diretta influenza da parte del gothic rock - per cui la presenza di synth eterei e sonorità spaventose è fondamentale come i riff di chitarra, se non di più".[12]
Il gothic metal è un genere piuttosto variegato dal momento che vi sono numerose band che intraprendono differenti scelte stilistiche e approcci musicali, spaziando da sonorità più lente e decadenti ad altrettante più possenti ed orchestrali. La componente doom metal delle prime band gothic come Anathema,[13] Paradise Lost e My Dying Bride ha influito molto su band come Artrosis,[14] Ava Inferi[15] e Draconian.[16] L'approccio black metal dei Cradle of Filth, dei Theatres des Vampires e dei primi Moonspell ha lasciato una grande eredità a band come Graveworm,[17] Drastique e Samsas Traum[18] mentre la tendenza più symphonic metal di Tristania e Within Temptation si può riscontrare in band come i primi Epica, Sirenia e i primi lavori degli After Forever. Vi sono anche altre tendenze stilistiche che si avvicinano ad altri generi quali il death metal dei Trail of Tears, il folk metal dei Midnattsol, l'industrial Metal di Deathstars, Gothminister e Neon Synthesis, il progressive metal di Noturna e Adagio, e l'alternative metal di Katatonia e Lacuna Coil.