mercoledì 8 maggio 2013

Lucky Dube - War and crime live






Lucky Dube (Ermelo, 3 agosto 1964- Johannesburg, 18 ottobre 2007)

Lucky Dube Muove i suoi primi passi, suonando in un  gruppo vocale chiamato "The Skyway Band", per poi intraprendere una carriera da solista durata 25 anni, che ha portato alla pubblicazione di 22 album cantati in lingua zulu, inglese e afrikaans(lingua "miscuglio" prevalentemente parlata in sud africa). È stato ucciso a Rosettenville, un sobborgo di Johannesburg, durante un tentativo di furto della sua auto. In Sud Africa gruppi estremisti  sostengono, che in realtà sia stato eliminato da elìte filo nazista, per la sua musica portatrice di un forte messaggio di pace e non violenza.


Cresciuto  dalla madre Sarah. Venne chiamato Lucky(fortunato) poiché la madre ripetutamente non era riuscita a procreare, per aiutare la madre e la nonna sin da giovane si impegna lavorando come giardiniere occasionale, ma avendo realizzato che non sbarcherà mai il lunario inizia a pensare ad una soluzione. Ed è grazie al coro della chiesa che scopre il suo invidiabile talento. L'apartheid è un terreno fertile per le sue idee rivoluzionarie, A 18 anni è già un musicista, e lentamente si avvicina al genere reggae, con testi dai quali emerge uno spiccato senso altruistico della società. Inizia su consiglio del suo caro amico Dave Segal,  il suo sound engineer (direttore del suono).
Dube è un artista "visionario" , con in testa un'ideale d'amore fraterno. La sua musica ha spaziato dal genere puramente africano al reggae. Sensibile alle problematiche del mondo, tutt'ora è fonte di ispirazione per milioni di persone in tutto il globo, che ha appreso tristemente  la notizia della sua morte. IL suo stile era invidiato dagli stessi jamaicani detentori del titolo di reggae country.
Abbiamo imparato a volare come gli uccelli, a nuotare come i pesci, ma non abbiamo imparato l'arte di vivere come fratelli. ( Martin Luther King )