sabato 9 febbraio 2013

mondo marcio






Dentro la scatola
La costituzione italiana

Art. 2
La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

Riflessioni
Veramente belle parole, chi le ha scritte gode di tutta la mia stima.Peccato però che il governo è comandato da uomini, che queste parole non le hanno mai lette, oppure non le hanno comprese del tutto. L’uomo non è tutelato nè come singolo, e neppure nelle formazioni sociali dove si forma la sua personalità.Gli uomini sono fini a se stessi ,non c’è via d’ uscita. Non si garantiscono i minori ,lasciati nelle mani di coloro che abusandone, condannano l’individuo a camminare sopra ad una scia di sangue, che lo condannerà ad essere vittima del proprio destino. Addirittura la costituzione mette come obbligo la solidarietà, meraviglioso,
perché lo stato, deve garantire i diritti inviolabili dell’uomo. La realtà è ben diversa come tutti sappiamo,ma è bello vedere che gli uomini che hanno scritto queste parole, abbiano pensato che la solidarietà, debba essere frutto non spontaneo ma dovuto per garantire il benessere.